stay

 facebook twitter youtube google plus 

header

L'estrema destra torna in Europa

 
 
 
 
Basta afro-islamisti" E da Londra a Roma torna l'ultradestra
 
Nazifascisti, hooligan nazionalisti e suprematisti riconquistano le piazze d'Europa. Con il pretesto della difesa dei valori, si contrappongono al movimento anti-razzista 
 
di Paolo Berizzi
 
«La battaglia di Trafalgar». Sui siti neonazi e nelle chat dei gruppi hooligan le immagini degli scontri nelle città del Regno Unito - Londra, Newcastle, Bolton, Bristol, Glasgow - sono condivise con toni trionfalistici e titoli storici: roba da guerre napoleoniche. Le foto però sono attualissime: mostrano i "patrioti inglesi" 3.0 mentre si scontrano con la polizia e provano ad assaltare i Black Lives Matter. O quando tentano di superare le transenne di Westminster, nella piazza del Parlamento a Londra. Teste rasate, tatuaggi, look da stadio e quindi bermuda mimetici, magliette dei club, cappelli con visiera Aquascutum e felpe nere.

Leggi tutto

StampaEmail

Ex caserme e palestre per l’Election day. Il Viminale cerca alternative alle scuole

 

ROMA - Si potrebbe votare in alcuni edifici confiscati alle mafie e sarebbe pure suggestivo. O nelle ex caserme (perchè in quelle in uso è vietato). O in palestre e palazzetti dello sport o centri congressi. Comuni, ministero dell’Interno e della Difesa potrebbero mettere a disposizione tutti gli edifici pubblici (tali per legge devono essere) adeguati per provare a rispamiare più scuole possibili dallo stop forzato per l’Election day d’autunno, ma di certo non c’è modo di trovare una sede alternativa per i 61.500 seggi elettorali italiani che nella stragrande maggioranza ( 54.800) sono ospitati in edifici scolastici. Bene che vada si potrebbe arrivare ad una soluzione parziale e solo nelle grandi città.

Leggi tutto

StampaEmail

Intervista a Skytg24 su welfare mafioso e Stati Generali Economici



- Al Viminale è stato chiarissimo da subito, e il ministro Lamorgese l'ha detto fin dall'inizio, che la crisi sanitaria sarebbe stata un'opportunità che le mafie avrebbero provato a sfruttare. D'altronde le organizzazioni criminali sono abituate a sfruttare le difficoltà delle persone. Stiamo parlando di sciacalli. E gli sciacalli fanno esattamente questo di mestiere. Noi abbiamo alzato subito il livello di attenzione e devo dire che tutte le forze dell'ordine, assieme alla magistratura, hanno già portato a compimento una serie di operazioni ed indagini e di arresti, anche nelle primissime settimane di emergenza, dando subito un segnale importante sulla presenza dello Stato. 

Dobbiamo assolutamente impedire che da questa crisi le mafie escano rafforzate invece che indebolite. 

Leggi tutto

StampaEmail

Attenzione alta, c'è chi lavora per trasformare la paura in rabbia.

 

Il viceministro

«Attenzione alta C’è chi lavora per trasformare la paura in rabbia»

di Maria Teresa Meli

~

 

ROMA Matteo Mauri, viceministro dell’Interno, come giudica quello che è accaduto a Milano con Antonio Pappalardo e i gilet arancioni?

 

«Innanzitutto vorrei dire che la reazione delle forze dell’ordine è stata composta ed esemplare. E poi c’è stata subito la denuncia alla magistratura. È chiaro che lì c’è stata una pericolosità legata alla sicurezza sanitaria, ma anche all’aspetto potenzialmente eversivo che caratterizza le iniziative di Pappalardo da sempre».

Leggi tutto

StampaEmail

trasporti   territorio