stay

 facebook twitter youtube google plus 

header

Attenzione alta, c'è chi lavora per trasformare la paura in rabbia.

 

Il viceministro

«Attenzione alta C’è chi lavora per trasformare la paura in rabbia»

di Maria Teresa Meli

~

 

ROMA Matteo Mauri, viceministro dell’Interno, come giudica quello che è accaduto a Milano con Antonio Pappalardo e i gilet arancioni?

 

«Innanzitutto vorrei dire che la reazione delle forze dell’ordine è stata composta ed esemplare. E poi c’è stata subito la denuncia alla magistratura. È chiaro che lì c’è stata una pericolosità legata alla sicurezza sanitaria, ma anche all’aspetto potenzialmente eversivo che caratterizza le iniziative di Pappalardo da sempre».

Leggi tutto

StampaEmail

Chi alimenta il clima di odio rischia di esserne vittima a sua volta

 
 Clicca sull'immagine per ascoltare l'audio
Clicca sull'immagine per ascoltare l'audio
 
 
Oggi sono stato a Radio1 RAI alla trasmissione "In Viva Voce" a parlare delle scorte assegnate alla Ministra Azzolina e al Presidente Fontana. Perché lo Stato deve fare questo: proteggere tutti. Durante la trasmissione ho fatto un appello chiaro a tutti per una maggiore responsabilità nel linguaggio e negli atteggiamenti. Le parole ci rappresentano.

Leggi tutto

StampaEmail

Scorta Fontana: Mauri, doverosa, distinguere critica da minacce.

 
 
 
La scorta assegnata al presidente della Lombardia Fontana è la dimostrazione dell'attenzione dello Stato verso tutti coloro che sono oggetto di minacce. Era doveroso farlo e il Prefetto, rappresentante del Governo sul territorio, si è attivato in modo immediato ed efficace. Le intimidazioni ricevute da Fontana sono gravi e inaccettabili.

Leggi tutto

StampaEmail

Tensioni e mediazioni, ecco come si è arrivati all'accordo sui migranti

 
 
 Qui trovate una conversazione fatta con Giovanna Casadio per Repubblica e alcune mie osservazioni sul tema della regolarizzazione
 

Roma. “Ammetto che in certi momenti ho sudato freddo. Soprattutto lunedì scorso, quando la bozza sulla regolarizzazione degli immigrati che lavorano in nero nell’agricoltura o come badanti e colf, concordata nella notte di domenica, è stata disfatta al mattino”. Matteo Mauri, dem, 49 anni, è il vice della ministra Luciana Lamorgese al Viminale. Sa cosa è accaduto in queste ore, e perché non si riusciva a venire a capo di un provvedimento che era stato esaminato al microscopio per settimane e alla fine i 5Stelle stavano facendo saltare. Tranelli, scogli e mediazioni, ecco come si è arrivati a superare uno scontro che ha fatto fibrillare maggioranza e governo.

Leggi tutto

StampaEmail

trasporti   territorio